Lectioart: artis lectio

Grecia: Terra Madre – Il resoconto dell’inaugurazione della mostra

Buccino, Grecia: Terra Madre

Visualizza la galleria completa su INSTAGRAM

L’Esposizione Grecia: Terra Madre mette in mostra una raccolta di acquerelli realizzati dal Maestro Vincenzo Paudice. Il tema è la “Terra Madre”, il cui termine fa riferimento alla Grecia quale luogo d’ispirazione del Maestro e quale Madre della cultura d’occidente. Gli acquerelli disegnano un percorso che va dall’arte Minoica cretese a quella paestana passando per la Grecia micenea e classica.

L’esposizione è stata inaugurata il 22 dicembre presso il MAN di Buccino e sarà fruibile ai visitatori fino al 21 gennaio 2019.

Gli acquerelli esposti ritraggono con intensità e perizia i luoghi “del mito che incontra la storia e in cui la storia si perde nel mito” e dai quali traspaiono pathos ed emozione.

Pittore, scultore, calcografo, litografo e ceramista, Vincenzo Paudice, dal 2000, dà il via ad un progetto di analisi geo – metafisica volta alla ricerca del cosiddetto Spazio d’attesa: uno studio appassionato realizzato attraverso i suoi numerosi viaggi nelle terre dell’Hellas, culla della cultura occidentale. Leggere di più

GRECIA: TERRA MADRE – Nuova esposizione di acquerelli di Vincenzo Paudice

Si svolgerà sabato 22 dicembre, alle ore 18:00, presso il museo archeologico nazionale di Volcei (Buccino) la presentazione della mostra pittorica del Maestro d’Arte Vincenzo Paudice. L’iniziativa, che fa parte del progetto ideato e promosso dalla Pro Loco di Buccino dal titolo Tra passato e presente, segno e colore del tempo si concluderà nell’annualità 2018 con quest’ultimo appuntamento a cui farà seguito un ricco programma artistico già strutturato grazie al comitato artistico formato da: Gerardo Marzullo, Santino Campagna, Francesco Capaldo e Antonella Nigro, critica d’arte.

Vincenzo Paudice presenterà al pubblico una raccolta di acquerelli il cui tema sarà la “Terra Madre”, il cui termine fa riferimento alla Grecia quale luogo d’ispirazione del Maestro e quale Madre della cultura d’occidente. Gli acquerelli disegneranno un percorso che va dall’arte Minoica cretese a quella paestana passando per la Grecia micenea e classica.

In occasione dell’inaugurazione dell’esposizione, si svolgeranno visite guidate gratuite al museo, con cadenza oraria, dalle 15:00 alle 17:00.

L’esposizione sarà visitabile dal 22 dicembre 2018 al 21 gennaio 2019 secondo il seguente orario: dal martedì alla domenica, MATTINA: dalle 9:00 alle 13:00, POMERIGGIO: dalle 15:00 alle 17:00.

Eboli – Natale in via delle arti

Atelier Paudice, Eboli

In occasione delle festività natalizie del 2018, Eboli presenta la seconda edizione di Borgo d’Arte: una meravigliosa esposizione di installazioni artistiche, mostre d’arte, teatro, street food e concerti in alcuni dei luoghi più suggestivi del Centro Antico: Corso Garibaldi, Largo San Giacomo e Corso Umberto I. Proprio in Corso Umberto I vi aspetta Vincenzo Paudice all’interno del suo Atelier appositamente allestito per l’evento. L’inaugurazione è fissata per le 18:30 di sabato 15 dicembre. Non mancate!!!

Il profilo Instagram di Lectioart: artis lectio è ora attivo

Seguici su Instagram per non perdere nessuna novità relativa a eventi, opere e esposizioni di Vincenzo Paudice! In più, aggiungeremo anche tutte le foto degli eventi passati.

Il profilo instagram è raggiungibile:

  • cercando lectioart all’interno della propria applicazione instagram;
  • scansionando il nametag che trovate all’inizio di questo post;
  • cliccando sul link presente nella barra dei social del sito web.

Che aspetti? Inizia subito a seguirci!

Padre Matteo Ripa – Incisore in Cina: DISPONIBILE GRATUITAMENTE in formato ebook

Padre Matteo Ripa – 1682.1746 – Incisore in Cina al servizio dell’Imperatore Kangxi, ultimo testo su Matteo Ripa scritto da Vincenzo Paudice, è disponibile per il download in formato pdf: clicca QUI, oppure visita la sezione ebook del sito contenente la raccolta completa di tutti i testi pubblicati, tutti scaricabili gratuitamente.

Non è noto ai più che Matteo Ripa, oltre che missionario, fosse stato in vita anche incisore e pittore. Eppure fu grazie a queste sue capacità “nascoste” che riuscì ad acquisire notorietà e stima presso la corte cinese diventando uno degli artisti di fiducia di Kangxi, secondo imperatore della dinastia dei Qing.

Il testo ha lo scopo di dare giusto rilievo alle poco conosciute capacità artistiche del sacerdote ebolitano, qualità che gli consentirono, nel XVIII secolo, di essere un apprezzato incisore in Cina oltre che un religioso, stimato in Europa, per la sua opera missionaria.

Dove, come e quando il sacerdote ebolitano apprese i primi rudimenti dell’arte pittorica
e, più in particolare, dell’acquaforte, una tecnica evitata da molti artisti per la sua difficoltà operativa e quindi scarsamente praticata?

Il testo non manca l’occasione di trattare anche la storia della Calcografia e le tecniche (acquaforte e bulino) utilizzate dal nostro sacerdote per realizzare le vedute cinesi della residenza Imperiale di Jehol e la grande carta geografica, commissionategli dall’Imperatore.

Inoltre, le opere di Matteo Ripa hanno continuato ad essere fonte di ispirazione a centinaia di anni di distanza dalla sua morte anche per il grande Le Corbusier. Maggiori dettagli su questa  scoperta esclusiva li trovate visitando la PAGINA DEDICATA. Leggere di più

Iscriviti alla newsletter di Lectioart: artis lectio

Vincenzo Paudice - La Palestina

Studio per “La Palestina”

Da questo momento è attivo il servizio di newsletter di Lectioart: artis lectio. Puoi iscriverti inserendo il tuo indirizzo email nel modulo sottostante per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica tutti gli aggiornamenti su eventi, opere ed esposizioni di Vincenzo Paudice.

Iscriviti subito per non lasciarti sfuggire nulla!

La raccolta completa degli oli su tela di Vincenzo Paudice (GALLERIA)

Vincenzo Paudice - Ritratto di critico d'arte

Sono finalmente disponili in galleria tutti i dipinti ad olio realizzati negli anni, divisi in due categorie:

E’ possibile visionare le opere navigando nella GALLERIA, oppure cliccando sui collegamenti qui sopra.

Non dimenticate che nella galleria sono presenti anche le immagini degli acquerelli, delle litografie e delle stupende sculture in Ceramica Raku. Buona visione!

Il Pellicano, simbolo cristiano

Il pellicano europeo, che è entrato nella simbologia cristiana come emblema di Gesù Cristo, è un uccello maestoso, dotato di un lunghissimo e largo becco. Spesso le sue piume sono tinte di rosso per il sangue delle prede e questo particolare ha probabilmente diffuso la credenza che si lacerasse il corpo pur di conservare in vita i piccoli. È considerato perciò simbolo dell’amore paterno o materno. Un’antica leggenda, infatti, fa riferimento alla vicenda dei piccoli che colpiscono gli occhi del padre che, adirato, prima li uccide, ma poi, pentito e addolorato per la loro morte, squarciandosi il petto li inonda del suo sangue riportandoli così alla vita.

Pellicano, S. Maria della Pietà, Eboli

Chiesa di S. Maria della Pietà, altare della reposizione del Giovedì santo allestito da don Michele, primicerio della collegiata di Eboli

In realtà la femmina nutre i piccoli stritolando i pesci che tiene a macerare nella sacca membranosa che pende dalla mandibola inferiore, quindi preme il becco contro il petto e ne fa uscire il cibo. L’impressione che se ne ricava è che si trafigga il petto per farne uscire il sangue con cui nutre i piccoli. Questa immagine divenne leggendaria e fu anche assunta come simbolo di Cristo che versa il sangue per la redenzione degli uomini.

Serie di realizzazione del Pellicano

Androxilos ad Evolo: una storia illustrata

Vincenzo Paudice - Androxilos ad Ebolo

Il progetto Androxilos nasce da una proposta dell’ass. alla Pubblica Istruzione della giunta Rosania all’indomani dell’istituzione in Eboli del Museo Archeologico Nazionale. L’assessorato propose al Liceo Artistico Carlo Levi di redigere un libretto guida illustrato che potesse descrivere, per immagini, la vita dei primi coloni eburini che popolavano Montedoro nel I millennio a.C.. Al Liceo, ancora autonomo, una delle discipline di indirizzo era Figura Disegnata, le cui esercitazioni prevedevano l’utilizzo della modella “vivente” e, in sua assenza, di un manichino in legno. Fu proprio durante le esercitazioni con il manichino in legno che i miei allievi pensarono di utilizzare “l’omino di legno”: Androxilos quale protagonista di una storia che illustrasse gli usi e i costumi di popolazioni autoctone a sud degli etruschi la cui ultima frontiera era rappresentata da Picenzia (odierna Pontecagnano).

Inizia la storia disegnata dai miei alunni agli inizi del secondo millennio, nel laboratorio di acquarello del Liceo Artistico Carlo Levi di Eboli. VAI ALLA STORIA →

Gli anni dell’utopia – Nuova esposizione presso il MOA

Giovedì 7 Dicembre, alle ore 19:30, sarà inaugurata presso il MOA

GLI ANNI DELL’UTOPIA

un’esposizione personale di Vincenzo Paudice in cui verranno mostrare al pubblico 13 litografie e 13 oli su tela realizzati tra il 1980 e il 2000, anni dell’Utopia dell’artista in cui decide di utilizzare l’arte come denuncia storica, politica e sociale.

Interverranno:

  • Luigi Nobile, direttore artistico del MOA;
  • Noemi Manna, giornalista;
  • Vincenzo Paudice, artista e autore delle opere.

L’evento è stato organizzato da MOA, Mo’Art, Monochrome e Sophis, con il patrocinio morale del Comune di Eboli.

L’esposizione sarà visitabile dal 07/12/2017 al 06/01/2018.

Vi aspettiamo numerosi. Non mancate!

Lectioart: artis lectio