Lectioart: artis lectio

Il Pellicano, simbolo cristiano

Il pellicano europeo, che è entrato nella simbologia cristiana come emblema di Gesù Cristo, è un uccello maestoso, dotato di un lunghissimo e largo becco. Spesso le sue piume sono tinte di rosso per il sangue delle prede e questo particolare ha probabilmente diffuso la credenza che si lacerasse il corpo pur di conservare in vita i piccoli. È considerato perciò simbolo dell’amore paterno o materno. Un’antica leggenda, infatti, fa riferimento alla vicenda dei piccoli che colpiscono gli occhi del padre che, adirato, prima li uccide, ma poi, pentito e addolorato per la loro morte, squarciandosi il petto li inonda del suo sangue riportandoli così alla vita.

Pellicano, S. Maria della Pietà, Eboli

Chiesa di S. Maria della Pietà, altare della reposizione del Giovedì santo allestito da don Michele, primicerio della collegiata di Eboli

In realtà la femmina nutre i piccoli stritolando i pesci che tiene a macerare nella sacca membranosa che pende dalla mandibola inferiore, quindi preme il becco contro il petto e ne fa uscire il cibo. L’impressione che se ne ricava è che si trafigga il petto per farne uscire il sangue con cui nutre i piccoli. Questa immagine divenne leggendaria e fu anche assunta come simbolo di Cristo che versa il sangue per la redenzione degli uomini.

Serie di realizzazione del Pellicano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *